Resoconto Codemotion 2012


Anche quest'anno ho avuto la fortuna di poter partecipare all'evento Codemotion 2012 a Roma ed ho assistito a diversi talk interessanti.
Ho notato un notevole aumento di partecipanti e spesso ho dovuto seguire i talk in piedi causa sovraffollamento.
Mi ha sorpreso l'aria frizzante che ho respirato in questi 2 giorni (non sto parlando ovviamente dell'aria all'interno dell'aule affollate, il cui odore vi lascio immaginare ;)) : molte aziende erano presenti con il loro "box" in cui lasciare il proprio curriculum e con molte era possibile fare subito un colloquio di lavoro. Per non parlare delle startup che presentavano i loro prodotti e le loro idee, alcune in cerca di sviluppatori o addirittura di co-fondatori!
Diverse offerte di lavoro e qualche disperato indossava una maglietta in cui elencava le figure professionali di cui aveva bisogno oppure con un cartello al collo con scritto "Cercasi sviluppatore ruby!" :D.
Poi c'era la sezione gaming in cui si poteva vedere come viene sviluppato un videogioco e chiedere informazioni a designer e sviluppatori.
Insomma una bella carica di positività che di questi tempi oramai è rara come la pioggia ;).
Prima del resoconto dei talk che ho seguito volevo elencare le cose che, secondo me, si potrebbero migliorare per il prossimo anno:

  • In quasi tutti i talk alle domande finali molte persone incominciavano ad alzarsi ed uscire, impedendo di sentire sia le domande sia le risposte
  • la rete wifi mi è sembrata sovraccarica, anche alcuni talk hanno accusato la lentezza della rete
Sono solo dettagli, perchè l'organizzazione ha comunque sfiorato l'eccellenza e non c'è che da fare i complimenti agli organizzatori!
Unica pecca non dovuta all'organizzazione: avevo invitato una mia amica, la cui azienda per cui lavora è in difficoltà, a portare i suoi CV e provare a fare qualche colloquio. Purtroppo ad uno di questi, con un'azienda multinazionale, il tipo ha fatto sfoggio della sua arroganza provandoci oltretutto spudoratamente. Certa stupidità maschile non finirà mai di stupirmi.


Veniamo al resoconto dei talk che ho seguito:

23 marzo

Da web a mobile...senza spargimenti di sangue di @mariocartiacarrellata dei tools di sviluppo per creare applicazioni web, purtroppo poco approfondita e non ha detto niente che già non conoscessi. Più indicata per studenti alle prime armi.

Dal modello relazionale al Grafo: cosa cambia? di @afocaretaintroduzione dei database a grafo ben fatta che ha illustrato purtroppo solo i lati positivi, che comunque mi sono sembrati notevoli e mi ha incuriosito, approfondirò OrientDB il cui creatore oltretutto è italiano. Mi sarebbe piaciuto sapere in quali contesti sono perfettamente a suo agio e viceversa in quali riscontrano problemi questi tipi di database.

GIT Happens di @cirpoquesta è stato un di quei talk in cui senti tutto ciò che vorresti ti fosse detto sulla tecnologia in questione ;)
Bravo Alessandro a spiegare le problematiche incontrate con Git per chi proviene da Subversion et simili. Ed io mi sono ritrovato completamente nel racconto della sua storia :)

Get your code into the Cloud with OpenShift di Eric D. Schabell: presentazione interessante di questo prodotto cloud di Redhat per creare ambienti server belle e pronti in pochi click. E' un servizio simile ad Orchestra.io per PHP e Engineyard per Ruby in cui viene utilizzato git per il deploy automatico sul server, ma supporta molte più tecnologie: Java, Ruby, PHP, Perl e Python più alcuni database sql e nosql. Quello che non sono riuscito a capire sono i limiti della versione free (la mia comprensione dell'inglese è durata finchè ha utilizzato il microfono, poi per problemi audio se l'è tolto ed ho perso il filo :( ) ed anche sul sito non viene specificato molto. Mi pare adatta per creare facilmente server per prototipi o forse qualche demo.

Come partire da un'idea e trasformarla in un business di @FilippoToso: finalmente un talk di un programmatore "normale" che ha raccontato gli errori più comuni nel cercare di vendere i suoi prodotti software e le cose da fare per non sbagliare. Mi ci sono ritrovato molto nella sua presentazione e lui è molto bravo, non mi meraviglia il fatto che adesso lavori nel marketing ;)

24  marzo


    Accesso e analisi di Open Data: come gestire l’anarchia dei formati di Banchero, Piccozzi, Minardi: sono arrivato che era già iniziata ed a parte qualche spunto interessante mi è sembrato che abbiano presentato più una tesi. Il problema dell'import dei dati eterogenei risolto con input umani sulla semantica dei dati mi pare scontato, e gli accenni di soluzioni in prolog erano troppo basilari. Comunque una buona introduzione all'argomento per chi ne è a digiuno.

     Client-side MVC con Backbone.JS di @MicheleBertoli: anche questa è stato un talk ben fatto in cui è stata presentata questa libreria javascript che cerca di risolvere i problemi dei progetti medio grandi (separazione dei vari layer, gestione di model, tempating, routing) e Michele ha condotto benissimo introducendo nel modo giusto ogni aspetto. La proverò sicuramente.

    Enter the App era with Ruby on Rails di @mattteocollina: la necessità di scrivere applicazioni REST oramai è all'ordine del giorno, quindi ero curioso di vedere la soluzione trovata da RoR. Matteo ha introdotto un po' l'argomento poi ha fatto vedere l'implementazione utilizzando Cucumber, un progetto interessante di BDD. Ben spiegato, forse un po' troppi wow ;), ma nella mia eterna indecisione tra python e ruby, questo talk mi ha quasi del tutto convinto nel dare una seria possibilità a ruby per il mio prossimo progetto.

Nel pomeriggio c'erano diversi talk interessanti, ma il venerdì sera avevo fatto i bagordi e dovendo fare 2 ore e mezzo di macchina sono partito all'ora di pranzo e spero di vederne i video online.
Con questo mio articolo spero di invogliare nuovi partecipanti per l'edizione 2013!! 
Ci vediamo al prossimo Codemotion!



Commenti